marzo 28, 2009

Sesso con l’aspirapolvere dell’autolavaggio.

Di pazzi ne esistono all’infinito. Anche il vicino di casa molto tranquillo, molto silenzioso e altamente rispettoso può nascondere dentro di sé una naturale pazzia. Beh, questa notizia ha dell’incredibile: Un uomo è stato trovato ad abusare sessualmente di un aspirapolvere ad un’auto lavaggio. Leggete sotto e capirete.

Aspirapolvere

Sesso con l’aspirapolvere, condannato a 90 giorni di carcere di Tiscali
26 marzo 2009 – C’è chi perde la testa per una bella donna e chi non riesce proprio a resistere alla vista di un aspirapolvere. Jason Leroy Savage, un 29enne residente a Thomas Township, cittadina poco distante da Detroit, nello stato del Michigan, è finito in carcere perché beccato mentre abusava sessualmente di un aspirapolvere di un lavaggio automatico della città. L’uomo, pizzicato nel mese di ottobre, è stato recentemente processato e condannato dal giudice a 90 giorni di prigione.

Abusava sessualmente della manichetta – La passione di Jason è diventata di dominio pubblico quando una passante lo ha notato con i pantaloni abbassati e l’aspiratore in mano. La donna ha allertato la polizia che, giunta sul posto pochi minuti dopo, lo ha beccato in flagranza di reato. Il 29enne ha persino tentato di scappare e, quando bloccato, ha fatto resistenza. Dopo la violenza l’aspiratore è tornato a fare quello per cui era stato creato, aspirare polvere dalle auto!

Per 90 giorni dovrà fare a meno dell’aspirapolvere – Jason, sposato ma consapevole di non poter portare in prigione un aspirapolvere, ha chiesto al giudice di poter usufruire delle visite della moglie. Tale opportunità gli è stata però negata, e per i 90 giorni di galera Savage dovrà accontentarsi di stare solo con se stesso.