dicembre 13, 2012

TUTTI CONTRO BERLUSCONI ! NESSUNO PENSA CHE HA TOLTO TANTE DONNE DALLA STRADA !

Kazzate su Facebook

novembre 7, 2012

SA DI TAPPO – by RUBY RUBACUORI

Kazzate su Facebook

marzo 17, 2012

Blow Jobs: 1994-2011

gennaio 28, 2011

U mai vist un purscel vegnì vecc, ma u vist un vecc vegnì purscel!!

Traduzione: nn ho mai visto un maiale diventare vecchio, ma ho visto un  vecchio diventare  maiale

agosto 3, 2010

BERLUSCONI IN VISITA IN UNA SCUOLA ELEMENTARE DELL’AQUILA – [Leggi Tutto]

Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sta visitando una scuola elementare. Una delle classi è nel bel mezzo di una discussione legata alle parole ed al loro significato.
L’insegnante chiede al presidente se desidera portare avanti la spiegazione sulla parola “tragedia”. Così l’illustre capo di governo chiede alla classe un esempio di una “tragedia”.

Un bambino si alza e propone: “Se il mio migliore amico, che vive in una fattoria, sta giocando nel campo di granturco e un trattore gli passa sopra e lo uccide, quella sarebbe una tragedia”.
“No” dice Berlusconi “quello sarebbe un INCIDENTE”

Una bambina alza la mano: “Se uno scuolabus con dentro 50 bambini finisce in una scarpata, e tutti quelli dentro muoiono, quella sarebbe una tragedia”.
“Temo di no” spiega il presidente “quella la chiameremmo una GRANDE PERDITA”.

La classe resta in silenzio. Nessun bambino alza la mano. Berlusconi si guarda in giro. “Non c’è nessuno che riesce a darmi un esempio di tragedia?”

Alla fine un bambino in fondo all’aula si fa avanti. Con una vocina bassa bassa dice “Se un aereo di Stato, mentre trasporta il Presidente del Consiglio Berlusconi, venisse colpito da un missile di ‘fuoco amico’ e ridotto a pezzetti, quella sarebbe una tragedia”.

“Fantastico” esclama Berlusconi. “E’ giusto. E mi puoi dire perche’sarebbe una tragedia?”

“Beh” dice il bambino “deve essere per forza una tragedia, perche’ di sicuro non sarebbe una grande perdita e, probabilmente, non sarebbe nemmeno un incidente!”

agosto 2, 2010

LA FIGLIA MINORE DI BERLUSCONI CHIEDE AL PADRE: PAPA’ COS’E’ L’AMORE ?

L’amore? L’amore è per esempio incontrare un ricco signore che ti porta in un albergo di lusso a Venezia, che ti fa fare un giro in gondola, che ti porta a mangiare in un bel ristorante a piazza San Marco, che ti compra una Mercedes, che ti compra un appartamento a Parigi e una villa in Costa Azzurra, che ti compra una collana di diamanti e anelli d’oro, questo è l’amore.

Papà! E dove sono i sentimenti, il desiderio, i batticuori, il primo appuntamento, il primo bacio???

Figlia mia… quelle sono cazzate che si sono inventati i comunisti per trombare gratis…

aprile 23, 2010

Napolitano, Bersani e Berlusconi .. Solo dal Titolo Fa Morire dal ridere !

Cena di compleanno del presidente Napolitano.
Presenti tutte le personalità di spicco del mondo della politica e del Jetset.
I commensali si siedono esterrefatti dal lusso della tavola.

La moglie di Bersani:
– Pier Luigi guarda che stoviglie, guarda le posate! I coltelli, guarda i coltelli, sono in oro zecchino, con brillanti e smeraldi incastonati!
– Pier Luigi, ne voglio uno in ricordo da portare a casa!
– Ma per  favore cara. ti rendi conto di cosa mi chiedi? Se ci scoprissero che figura faremmo?
– Non voglio sentire stronzate comuniste! Prendimi subito un coltello!
Al che Bersani prende il coltello e lo fa sparire nella tasca della giacca.

Proprio di fronte alla coppia Bersani siedono Berlusconi e sua figlia, che ha visto tutta la scena. La ragazza dice al premier:
– Dai papà, prendine uno anche a me!
– Ma tesoro, come posso fare una cosa del genere?
– Non si discute: se l’ha fatto Bersani a maggior ragione puoi farlo tu! Se non me lo prendi subito mi metto a gridare.
– Se insisti tanto…

Il Cavaliere si prepara all’insano gesto, allunga la mano che però, data l’emozione, lo tradisce e per sfiga il coltello batte varie volte su un bicchiere.

TLIN,TLIN,TLIN…

Tutti tacciono.
Con il suo solito sorriso, senza saper bene cosa fare, Berlusconi si alza in piedi e dice:
– Brindiamo tutti al nostro Presidente,  garante delle istituzioni, cento di questi giorni Presidente!
Tutti brindano e Berlusconi tira un gran sospiro.

– Papà, non fare il pirla, non esco di qui senza il coltello!
– Ma per favore, ho già combinato un pasticcio, ti prometto che domani ti compro un coltello ancor più prezioso, ok?
– No, voglio il coltello del Presidente!
– Ma quanto sei cocciuta. Va bene, ritento.

La tensione del momento lo frega ancora e fa sbattere ripetutamente il coltello sui bicchieri.
Silenzio tombale nel salone.
Silvio non può che alzarsi in piedi ed esclamare:
– Un brindisi anche per la signora Clio, per la sua ospitalità e gentilezza!
Tutti brindano e il Cavaliere tira il secondo sospiro di sollievo.

– Ma come  hanno fatto gli italiani a votarti? Vuoi che dica a tutti che Bersani è più abile di te? Che non sei capace di accontentare i tuoi figli?
– Dai  tesoro, non fare  così…
– “Tesoro” ci chiamerai la tua amica Noemi e quel pirla di Emilio Fede!!
Prendi quel coltello per me ORA!!

Così Silvio, vista la furia della figlia, ripete l’operazione coltello.
TLIN, TLIN, TLIN.
Silenzio totale.

Il Presidente del Consiglio si alza in piedi e dice:
– Permettetemi di fare un gioco di  prestigio. Vedete questo coltello che ho in mano? Lo farò sparire. Lo infilo nella tasca della mia giacca e … sim-sala-bim: Bersani, controlla la tua tasca per favore!

😀 😀 😀 😀

marzo 16, 2010

Dopo la dichiarazione dei redditi dei nostri parlamentari…

novembre 13, 2009

Berlusconi video sconcertante

…ma sarà davvero lui? clicca qui per vedere il video.

Berlusconi_sara’_davvero_lui